Pilastro 2: tutela dell’ambiente e del clima

L’avanzare dei cambiamenti climatici e il conseguente riscaldamento globale del pianeta rientrano tra le sfide principali del nostro tempo. Come società cooperativa è nostra intenzione contenere in maniera sistematica e durevole gli effetti della nostra attività sul clima. Già nel 2008 ci siamo prefissi l’obiettivo di diventare CO2 neutrali entro il 2023 e abbiamo iniziato attraverso interventi duraturi e su vasta scala a lavorare su questo ambizioso obiettivo climatico. Grazie alla riduzione delle emissioni di gas serra e a un uso più oculato delle risorse, miglioriamo continuamente le nostre prestazioni ambientali, agendo sui settori nei quali possiamo avere un effetto diretto più incisivo nell’ambito della nostra attività. Per abbattere le emissioni di CO2, riduciamo continuamente i consumi energetici, puntiamo alle energie rinnovabili e investiamo in soluzioni di mobilità e di logistica sostenibili. Anche il ricorso agli standard più all’avanguardia in materia di edilizia sostenibile e un sistema mirato di gestione dei rifiuti e del riciclaggio studiato concorrono a salvaguardare le risorse naturali.

Abbattere sensibilmente i consumi energetici e tutelare il clima riducendo sistematicamente le emissioni di CO2.

Energia positiva / CO2

L’aumento della concentrazione del gas serra CO2 nell’atmosfera è responsabile del riscaldamento globale del pianeta e di squilibri al nostro ecosistema. Per mitigare l’impatto della nostra attività sui cambiamenti climatici, ogni anno calcoliamo la nostra impronta di CO2 e ne deduciamo opportune misure per abbattere ulteriormente i consumi energetici. Le emissioni prodotte dai viaggi d’affari dei nostri collaboratori, dalle consegne di coop.ch, dal trasporto di merci per via aerea e dai veicoli di servizio sono compensate con progetti di protezione del clima lungo la nostra filiera. Inoltre, aumentiamo progressivamente l’uso di vettori energetici rinnovabili.

  • Obiettivo 1
    Riduciamo del 8,6% rispetto al 2012 il consumo energetico annuo assoluto.

    Livello di raggiungimento:
    MWh

    • CommentoI valori target assoluti sono intesi al lordo della crescita e delle acquisizioni. Abbiamo raggiunto l’obiettivo e consumato nel complesso meno energia. L’eccellente risultato si deve anche alla riduzione del traffico aereo durante la pandemia.
  • Obiettivo 2
    Aumentiamo al 73% la quota di vettori energetici rinnovabili.

    Livello di raggiungimento: in %
    • Commento
      Non abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. La conversione ai vettori energetici rinnovabili procede con lieve ritardo.
  • Obiettivo 3
    Riduciamo del 19,2% rispetto al 2012 le emissioni annue assolute di CO2

    Livello di raggiungimento: tonnellate

    • Commento
      Abbiamo già superato abbondantemente il nostro obiettivo per il 2021 e dal 2012 abbiamo ridotto le emissioni di CO2 addirittura del 30%. Un risultato al quale ha concorso anche l’elevato potenziale di risparmio nella logistica dei trasporti raggiunto grazie alla nostra azienda ferroviaria railCare AG.
  • Prospettive e sfide
    Nel 2008 ci siamo posti l’obiettivo di diventare CO2 neutrali entro la fine del 2023. Attraverso la riduzione dei consumi energetici e il ricorso a vettori energetici rinnovabili, entro il 2023 avremo abbattuto del 41% le nostre emissioni di CO2. A partire dal 2024 ci allineeremo all’obiettivo climatico nazionale 2050 del saldo netto delle emissioni pari a zero. Per il clima siamo disposti a tutto, tranne che ad arrenderci.
  • Misure
    • Attenzione alla tutela del clima nella fase di produzione e trasporto di prodotti
    • Standard di sostenibilità in materia di mobilità e logistica e di gestione edilizia
    • Uso di refrigeranti naturali come CO2 e ammoniaca nei supermercati (Fatto 94)
    • Installazione di banchi frigo chiusi e sfruttamento del calore residuo generato dagli impianti di refrigerazione
    • Approvvigionamento di elettricità a basse emissioni di CO2
    • Vettori energetici rinnovabili per la produzione di calore
    • Compensazione con progetti di protezione climatica in accordo con il Gold Standard (lo standard di compensazione più severo al mondo)
    • Riduzione dei trasporti di merce per via aerea
    • Tessili a marca propria Naturaline CO2 neutrali al 100%
    • Rinuncia alla torba nei terricci per fiori e piante per preservare le torbiere
    • Membro fondatore del programma WWF Climate Savers e attuale Climate Partner del WWF
    • Per saperne di più: Energia e tutela del clima – Sostenibilità da Coop – Fatti, non parole
  • Voglia di fare e progetti
    Nuovo fatto n. 389: lancio di un pollaio energeticamente neutrale ed esente da CO2 in collaborazione con Bell Svizzera (divisione di Bell Food Group SA)
  • Highlight e cifre
    • Meno merce trasportata per via aerea: riduzione di 9 252 tonnellate di CO2 rispetto all’anno precedente (equivalenti alla capacità di assorbimento di CO2 di circa 740 000 alberi)
    • Divieto di trasporto aereo di erbe aromatiche da maggio a settembre
    • 8 307 tonnellate di CO2 e più di 11,2 milioni di chilometri percorsi su strada risparmiati grazie allo spostamento attivo del traffico dalla gomma alla rotaia con Railcare
    • Emissioni dirette di gas serra (Scope 1): 31 143 tonnellate di CO2
    • Emissioni indirette di gas serra (Scope 2): 7 328 tonnellate di CO2
  • Obiettivo 1Riduciamo del 21.2% rispetto al 2015 il consumo energetico annuo assoluto.
    Livello di raggiungimento: %

    • CommentoI valori target assoluti sono intesi al lordo della crescita e delle acquisizioni.
      Abbiamo mancato l’obiettivo.
  • Obiettivo 2Aumentiamo al 60% la quota di vettori energetici rinnovabili.
    Livello di raggiungimento: in %
    • CommentoAbbiamo già raggiunto il nostro obiettivo per il 2021 con una quota del 60% di vettori energetici rinnovabili.
  • Obiettivo 3Riduciamo del 10% rispetto al 2015 le emissioni annue assolute di CO2.
    Livello di raggiungimento: in tonnellate

    • CommentoI valori target assoluti sono intesi al lordo della crescita e delle acquisizioni.
      Abbiamo già raggiunto il nostro obiettivo per il 2021.
  • Misure
    • Analisi sui consumi energetici tese a individuare i settori suscettibili di miglioramenti nella trasformazione e dalle quali dedurre opportune misure
    • Riutilizzo del calore residuo e del freddo generato durante il processo produttivo
    • Ricorso a fonti di energia rinnovabili per la produzione di calore (p.es. cippato di legno o pompe di calore)
    • Standard di sostenibilità in materia di mobilità e logistica e di gestione edilizia
    • Installazione di banchi frigo chiusi e sfruttamento del calore residuo generato dagli impianti di refrigerazione
    • Approvvigionamento di elettricità a basse emissioni di CO2 e ottimizzazione del mix elettrico
  • Voglia di fare e progetti
    Nuovo fatto n. 389:
    lancio di un pollaio energeticamente neutrale ed esente da CO2 in collaborazione con Bell Svizzera (divisione di Bell Food Group SA)
  • Highlight e cifre
    • HALBA: abbandono completo del petrolio come vettore energetico
    • BELL FOOD GROUP SA (Bell Svizzera): installazione di una pompa di calore alimentata con fonti rinnovabili in grado di produrre elettricità pari a quella necessaria a coprire il fabbisogno di circa 750 economie domestiche
    • Emissioni dirette di gas serra (Scope 1): 39 159 tonnellate di CO2
    • Emissioni indirette di gas serra (Scope 2): 31 255 tonnellate di CO2
  • Obiettivo 1Riduciamo del 5,3% al m2 in Europa occidentale e dell’1,3% al m2 in Europa orientale il consumo energetico specifico (calore/elettricità) dei nostri punti di vendita rispetto al 2015.
    Livello di raggiungimento: %
    Europa occidentale:


    Europa orientale:
    • Commento I valori target assoluti sono intesi al lordo della crescita e delle acquisizioni.
      Abbiamo già superato abbondantemente entrambi i nostri obiettivi per il 2021.
  • Obiettivo 2 Riduciamo del 20.3% i consumi energetici specifici annui per tonnellata di merce consegnata nel rifornimento all’ingrosso rispetto al 2015.
    Livello di raggiungimento: %
    • Commento Abbiamo mancato l’obiettivo. A causa della pandemia abbiamo nel complesso consegnato meno merce con conseguente riduzione del tasso di utilizzo delle corse dei nostri automezzi.
  • Obiettivo 3 Riduciamo del 5,7% in Europa occidentale e del 6,0% in Europa orientale le emissioni specifiche di CO2 per m2 nel rifornimento all’ingrosso rispetto al 2015.
    Livello di raggiungimento: %

    Europa occidentale:


    Europa orientale:
    • Commento Abbiamo già superato abbondantemente i nostri obiettivi per il 2021.
  • Obiettivo 4 Riduciamo del 18,8% le emissioni specifiche di CO2 per tonnellata di merce consegnata nel rifornimento all’ingrosso rispetto al 2015.
    Livello di raggiungimento: %
    • Commento Abbiamo mancato l’obiettivo. A causa della pandemia abbiamo nel complesso consegnato meno merce con conseguente riduzione del tasso di utilizzo delle corse dei nostri automezzi.
  • Misure
    • Riduzione generalizzata delle emissioni di CO2
    • Standard di sostenibilità in materia di mobilità e logistica e di gestione edilizia
    • Installazione di banchi frigo chiusi e sfruttamento del calore residuo generato dagli impianti di refrigerazione
    • Approvvigionamento di elettricità a basse emissioni di CO2
    • Vettori energetici rinnovabili per la produzione di calore
    • Progetti pilota con sistemi di misurazione dell’energia
    • Miglioramento del mix elettrico per generare meno emissioni di CO2
  • Highlight e cifre
    • TRANSGOURMET AUSTRIA: CO2 neutrale, acquisto di energia idroelettrica al 100%, compensazione totale delle restanti emissioni di CO2 tramite il progetto di tutela del clima Gold Standard Godawari Power
    • Emissioni dirette di gas serra (Scope 1): 27 356 tonnellate di CO2
    • Emissioni indirette di gas serra (Scope 2): 98 338 tonnellate di CO2

SDGs

Coop riduce e ottimizza l’impiego di materiali e sostanze e la quantità di rifiuti prodotti.

RIFIUTI: Chiudere il cerchio

Evitare i rifiuti invece di produrne: mossi da questa intenzione, ci impegniamo per l’uso consapevole delle risorse e la riduzione dei rifiuti. Attraverso una gestione mirata dei rifiuti e l’applicazione dei principi dell’economia circolare minimizziamo e ottimizziamo continuamente l’impiego di materiali e sostanze, chiudiamo il ciclo dei prodotti recuperando le materie prime e riduciamo i costi. I rifiuti alimentari e gli avanzi dei ristoranti vengono ad esempio utilizzati per produrre biogas tramite un processo di fermentazione, mentre il digestato che ne risulta viene trasformato in compost fresco e fertilizzanti liquidi per l’agricoltura. Per permettere anche ai nostri clienti di contenere i rifiuti, lavoriamo continuamente per ridurre il materiale di imballaggio dei nostri prodotti e ricorriamo ad alternative più vantaggiose dal punto di vista ecologico.

  • ObiettivoIncrementiamo all’80% la quota di valorizzazione dei rifiuti.
    Grado di raggiungimento: in %
  • CommentoAbbiamo già raggiunto il nostro obiettivo per il 2021.
    In totale, lo scorso anno abbiamo generato 135 850 tonnellate di rifiuti. Siamo stati in grado di destinarne l’81.3% alla valorizzazione materiale ed energetica, mentre il restante 18.7% è stato smaltito in depositi di materiali inerti come rifiuti misti, ingombranti o detriti.
  • Prospettive e sfidePer raggiungere il nostro obiettivo riducendo contestualmente i costi relativi allo smaltimento, in futuro adotteremo ancora più intensamente un approccio globale all’economia circolare al fine di riutilizzare e rigenerare i prodotti e i materiali e chiudere i relativi cicli.
  • Misure
    • Rilevazione mensile dei rifiuti riciclabili raccolti separatamente nei punti di vendita e destinati in maniera mirata alla valorizzazione. Tutti i punti di vendita dispongono di un sistema di smaltimento dei rifiuti basato sul formato e sulle caratteristiche del negozio.
    • Utilizzo economico delle risorse, promozione della loro valorizzazione attraverso una gestione mirata dei rifiuti e il ricorso all’economia circolare: riduzione dei rifiuti generati, ottimizzazione dei materiali (sulla base di durabilità, riparabilità e modularità) e incremento della quota di rifiuti riciclati
    • I rifiuti organici vengono utilizzati per produrre mangimi, biogas e biodiesel per i nostri camion, mentre il digestato viene trasformato in compost e fertilizzanti liquidi per l’agricoltura
    • Adesione alla «Drehscheibe Kreislaufwirtschaft» (piattaforma per l’economia circolare) di Swiss Recycling e all’«Allianz Design for Recycling Plastics».
    • Collaborazione con diversi partner nel settore dei rifiuti e del riciclaggio
    • Direttiva per gli imballaggi secondari
    • Stazioni di riciclaggio nei nostri punti di vendita, ritiro di diversi materiali riciclabili
    • Impegno nella lotta contro il littering in collaborazione con l’IGSU
  • Voglia di fare e progetti Servizio di noleggio e riparazione di macchine e apparecchi da Coop Edile+Hobby e Fust
  • Highlight e cifre
    • In totale raccogliamo e ricicliamo 32 materiali diversi
    • Passaggio dalle capsule in plastica a quelle in alluminio per il caffè La Mocca: per riciclare ogni chilo di capsule si risparmia il 95% di energia
    • Nuova misurazione dei rifiuti umidi per ridurre lo spreco alimentare in tutti i ristoranti
  • ObiettivoIncrementiamo all’85% la quota di valorizzazione dei rifiuti.
    Grado di raggiungimento: in %
  • CommentoAbbiamo già superato il nostro obiettivo per il 2021.
    In totale, lo scorso anno abbiamo generato 92 619 tonnellate di rifiuti. Siamo stati in grado di destinarne l’86.7% alla valorizzazione materiale ed energetica, mentre il restante 13.3% è stato smaltito in depositi di materiali inerti come rifiuti misti, ingombranti o detriti.
  • Prospettive e sfideIn futuro faremo ulteriori sforzi per chiudere i cicli dei prodotti. Swissmill e Pearlwater hanno avviato nuovi progetti pilota per la trasformazione e la valorizzazione dei materiali finora smaltiti come rifiuti.
  • Misure
    • Analisi dei sottoprodotti industriali e dei rifiuti generati durante la lavorazione delle materie prime in tutti gli stabilimenti
    • Rilevazione mensile dei rifiuti riciclabili raccolti separatamente e destinati in maniera mirata alla valorizzazione
    • Utilizzo economico delle risorse, promozione della loro valorizzazione attraverso una gestione mirata dei rifiuti e il ricorso all’economia circolare
    • Direttiva per gli imballaggi secondari
  • ObiettivoIncrementiamo al 73.0% la quota di valorizzazione dei rifiuti.
    Grado di raggiungimento: in %
  • Commento Abbiamo già superato abbondantemente il nostro obiettivo per il 2021.
    In totale, lo scorso anno abbiamo generato 53 384 tonnellate di rifiuti. Siamo stati in grado di destinarne il 78.7% alla valorizzazione materiale ed energetica, mentre il restante 21.3% è stato smaltito in depositi di materiali inerti come rifiuti misti, ingombranti o detriti.
  • Prospettive e sfide Continuiamo a concentrarci sulla gestione coerente dei rifiuti. Per il 2021 TRANSGOURMET FRANCIA intende dedicarsi in modo mirato al riciclaggio nei propri magazzini. TRANSGOURMET SVIZZERA ha individuato potenziali miglioramenti nella rilevazione dei dati, che ora devono essere implementati.
  • Misure
    • Rilevazione dei rifiuti riciclabili raccolti separatamente e destinati in maniera mirata alla valorizzazione
    • Continua riduzione dei rifiuti residui, utilizzo economico delle risorse, promozione della loro valorizzazione attraverso una gestione mirata dei rifiuti
  • Highlight e cifre
    • TRANSGOURMET SVIZZERA: ricicla già l’80% dei materiali riciclabili

SDGs

Coop dispone di soluzioni innovative e a basso impatto ambientale per la mobilità e la logistica.

MOBILITÀ / LOGISTICA: TABELLA DI MARCIA PER LA CO2

Una parte importante delle emissioni di CO2 deriva dal trasporto delle merci. Promuoviamo l’uso di carburanti alternativi quali idrogeno, biodiesel ottenuto dai rifiuti e biogas. Inoltre, ricorrendo al trasporto di merci su rotaia a partire da distanze di 90 chilometri (= 1 viaggio da Zurigo a Basilea), riduciamo l’impatto ambientale del nostro sistema logistico. Compensiamo le emissioni generate dai trasporti aerei di merci, dai viaggi aziendali e dalle consegne effettuate per coop.ch. Con un assortimento di articoli stagionali e regionali incentiviamo inoltre l’acquisto di prodotti con distanze di trasporto ridotte.

  • Obiettivo 1
    Ricorriamo al trasporto di merci su rotaia invece che su gomma per distanze superiori ai 90 km dalle centrali di distribuzione nazionali

    • Commento
      Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e trasferito coerentemente i trasporti dalla strada alla rotaia per distanze pari o superiori ai 90 km. In questo modo abbiamo risparmiato 8 307 tonnellate di CO2 e percorso oltre 11.2 milioni di chilometri in meno su strada.
  • Obiettivo 2
    Testiamo e implementiamo nuove soluzioni per la mobilità

    • Commento
      Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e continuato a svolgere un ruolo pionieristico nell’impiego di veicoli a idrogeno nella logistica dei trasporti.
  • Prospettive e sfidePer il prossimo anno abbiamo già in programma l’introduzione di altri camion a idrogeno e altre stazioni di rifornimento di idrogeno. Insieme all’associazione Mobilità H2 Svizzera, entro il 2023 costruiremo una rete capillare di stazioni di rifornimento di idrogeno in tutta la Svizzera. Abbiamo inoltre in programma l’installazione di 100 stazioni di ricarica per veicoli elettrici entro il 2023.
  • Misure
    • Aumento dell’efficienza nella logistica, ricorso al trasporto di merci su rotaia, promozione di sistemi di trasporto innovativi che utilizzano energie rinnovabili
    • Utilizzo di biodiesel CO2 neutrale ottenuto dai rifiuti organici (per esempio dall’olio per friggere delle nostre aziende di produzione e dei ristoranti) per i nostri camion
    • Sviluppo e sperimentazione di sistemi di mobilità con buone prospettive per il futuro attraverso la nostra azienda di trasporto su rotaia railCare AG
    • Ruolo pionieristico nel settore della mobilità a idrogeno, azienda fondatrice dell’associazione Mobilità H2 Svizzera, costruzione della prima stazione di rifornimento di idrogeno pubblica
    • Incentivazione della mobilità elettrica
    • Cargo sous terrain (CST): ricorso al trasporto sotterraneo per le merci, siamo tra gli iniziatori e i co-sviluppatori del progetto sin dall’inizio
  • Highlight e cifre
    • Il 45% dei nostri camion è alimentato a biodiesel CO2 neutrale ottenuto dai rifiuti organici (come l’olio per friggere dei nostri ristoranti)
    • Abbiamo acquistato 7 camion a idrogeno CO2 neutrale con una portata di 10 tonnellate, risparmiando così 80 tonnellate di CO2 all’anno per ogni camion
    • Costruzione di 2 nuove stazione di rifornimento di idrogeno
    • Meno merce trasportata per via aerea: riduzione di 9 252 tonnellate di CO2 rispetto all’anno precedente (equivalenti alla capacità di assorbimento di CO2 di circa 740 000 alberi)
    • Divieto di trasporto aereo di erbe aromatiche da maggio a settembre
  • Obiettivo
    Testiamo e implementiamo nuove soluzioni per la mobilità
  • Commento
    Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo solo in parte. A causa della pandemia e delle conseguenti chiusure dei ristoranti non siamo sempre stati in grado di effettuare trasporti a pieno carico.
  • Prospettive e sfideContinueremo a sperimentare diverse alternative innovative e sostenibili per i trasporti.
  • Misure
    • Aumento dell’efficienza nella logistica, nell’immagazzinaggio e nel trasporto di merci
    • Promozione di sistemi di trasporto innovativi che utilizzano energie rinnovabili
    • Sviluppo e sperimentazione di sistemi di mobilità con buone prospettive per il futuro
    • TRANSGOURMET SVIZZERA: sperimentazione della telematica per migliorare la logistica, conversione continua della flotta di camion, ritiro gratuito degli oli alimentari esausti e trasformazione in biodiesel
    • TRANSGOURMET POLONIA: progetto pilota con camion elettrici
    • TRANSGOURMET GERMANIA: sperimentazione di nuove tecnologie per gli automezzi, impiego di 15 nuovi camion alimentati a gas naturale compresso
  • Highlight e cifre
    • TRANSGOURMET GERMANIA: premio per la sostenibilità nella logistica assegnato dall’associazione tedesca di logistica Bundesvereinigung Logistik (BVL)
    • TRANSGOURMET FRANCIA: sperimentazione di un nuovo sistema logistico a Parigi

SDGs

Coop riduce e ottimizza l’impiego di materiali e sostanze e la quantità di rifiuti prodotti.

EDILIZIA SOSTENIBILE: COSTRUIAMO IL FUTURO

Gli edifici sono tra i maggiori consumatori di risorse primarie. Con l’edilizia sostenibile riduciamo le emissioni di CO2, incentiviamo un uso efficiente dell’energia e garantiamo ai nostri collaboratori una migliore qualità del lavoro. Inoltre, riduciamo i costi d’esercizio e manutenzione. Per questo motivo pianifichiamo e ottimizziamo costantemente la costruzione e la ristrutturazione di filiali, magazzini e sedi principali sulla base delle disposizioni in materia di ecologia e dello standard Minergie. Grazie all’implementazione di innovazioni tecniche, gli allestimenti dei nostri punti di vendita sono sempre più rispettosi delle risorse ed efficienti dal punto di vista energetico.

  • Obiettivo Sviluppiamo una strategia globale di edilizia sostenibile e la applichiamo coerentemente alle nuove costruzioni e agli interventi di ristrutturazione.
  • Commento Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo e siamo stati in grado di attuare costantemente misure migliorative. Abbiamo inoltre aggiornato la nostra strategia di edilizia sostenibile.
  • Prospettive e sfideAnche in futuro continueremo a impiegare tecnologie sostenibili per la ristrutturazione e l’ammodernamento dei nostri edifici e daremo maggiore importanza alla progettazione delle aree circostanti.
  • Misure
    • Nuove costruzioni e interventi di ristrutturazione conformi allo standard Minergie, illuminazione con tecnologia a LED, impiego della CO2 come refrigerante, installazione di mobili refrigerati chiusi, utilizzo del calore residuo degli impianti di refrigerazione
    • Rinuncia al riscaldamento con l’impiego di combustibili fossili per gli edifici di nuova costruzione o ristrutturati
    • Ricorso all’energia solare con il costante ampliamento degli impianti fotovoltaici sui nostri tetti
    • Promozione dello Standard Costruzione Sostenibile Svizzera (SNBS)
    • Impiego di materiali da costruzione circolari per gli immobili con particolare attenzione all’efficienza energetica e alle energie rinnovabili
    • Nuovo focus sul consumo energetico, sui processi produttivi e sulle materie prime utilizzate per i materiali da costruzione nonché sulla loro valorizzazione (impatto diretto sull’obiettivo emissioni nette zero entro il 2050)
    • Punti di vendita – Sostenibilità da Coop – Fatti, non parole
  • Voglia di fare e progetti Fatto n. 85: concluso con successo il progetto di raffreddamento e riscaldamento simultaneo dei punti di vendita tramite refrigerazione commerciale e banchi refrigerati a risparmio energetico
  • Highlight e cifre
    • Nuovi impianti fotovoltaici sui tetti di Coop: 24 373 m2 (equivalenti a circa 3 campi da calcio)
    • Illuminazione dei supermercati e dei ristoranti Coop con luci LED al 100%
    • 414 supermercati su 900 sono già conformi allo standard Minergie
  • Obiettivo Rispettiamo gli standard di sostenibilità per le nuove costruzioni e gli interventi di ristrutturazione.
  • Commento Abbiamo parzialmente raggiunto il nostro obiettivo e attuato diverse misure nei nostri centri logistici.
  • Prospettive e sfideIl prossimo anno daremo maggiore importanza a questa tematica e faremo ricorso a standard e tecnologie sostenibili per le nuove costruzioni e gli interventi di ristrutturazione.
  • Misure
    • Per le nuove costruzioni e gli interventi di ristrutturazione applichiamo coerentemente diverse misure: standard Minergie, illuminazione a LED, impiego di CO2 come refrigerante, recupero del calore, mobili refrigerati chiusi
    • Ampliamento degli impianti fotovoltaici sui nostri tetti
  • Highlight e cifre
    • TRANSGOURMET ROMANIA: continua sostituzione dei vecchi impianti di refrigerazione con impianti ecologici a basse emissioni
    • TRANSGOURMET SVIZZERA: ampliamento dell’impianto fotovoltaico del centro logistico di Neuendorf per una superficie di 5 000 m2

SDGs